Navigate / search

[ImprobableIsMe] Un weekend da Magneto

Ho una vaga impressione che mi abbia investito un tram stanotte.

Sarà che ho passato il weekend a mangiare, bere, girare e girare.

Venerdì sono arrivata tardissimo ma ho raggiunto degli amici che erano ad una festa in spiaggia, sabato mi sono alzata presto e ho presenziato alla grigliata di compleanno del mini umano (dove ho mangiato un quantitativo di alette e costine corrispondenti a un maiale intero con contorno di tre polli), dove ho cercato di intrattenerlo facendolo camminare su e giù dalle scale (cosa divertente ma stancante più di quanto si possa credere ;P), sono poi passata da casa per circa trenta secondi per cambiarmi e uscire nuovamente a fare un aperitivo lungo (molto lungo), il mattino dopo sveglia all’alba per giro in mountain bike, poi doccia, giro in centro, pranzo al sushi, passaggio ad una sorta di festa pomeridiana e poi treno.

Pfui.

I weekend a Riva sono sempre quelli più pieni, non mi fermo mai. Ma è bello così. Read more

[ImprobableIsMe] Ieri e Oggi

Ieri è stata una bellissima giornata.

Mattinata in centro a Riva sotto il sole, pranzetto e poi in macchina con le mie amiche, poi in serata ribattezzate “occhio languido” e “mezzo dito“, verso Verona.  La fortuna è rimasta dalla nostra parte e nonostante le previsioni di pioggia, e siamo state baciate dal sole fino alla fine, durante lo shopping e poi anche durante un più che ottimo aperitivo all’Osteria del Bugiardo. Ottimi Spritz e dei crostini spaventosamente buoni. Ma da perderci la testa. E poi, per non farci mancare nulla, cena giapponese da Ikai. Mmmmmmmm. Buono.

310059_10151486166674164_1257079415_n

Stanotte poi ho dormito tantissimo ma ho fatto qualche brutto sogno. Quindi stamattina mi sono immediatamente dovuta rallegrare con una colazione a base di latte e coco pops (sì proprio le pallette al cioccolato). Read more

[ImprobableIsMe] Temporary Tiredness

Finalmenteeeee. S a b a t o.

Difficilmente lo ammetto ma in questi giorni sono un pò stanca.

Stanca. Stanca.

2700073515_4b275e0bc8

Dicono sia la primavera. Poi l’autunno. Poi il cambio di stagione. Poi lo stress. Poi il lavoro. Poi le relazioni. Poi i casi della vita. Mi fanno sempre ridere queste cose 😉 Read more

[ImprobableIsMe] Mandorle e filosofia

Quando mangi le mandorle e stai per mangiare l’ultima, capita solo a me che sia sempre quella unica mandorla super-amara che ti rovina il momento?! Ma poi è proprio una di quelle cose che abbattono lo spirito. Nel pacchetto le mandorle sono tutte buonissime. Ma lei, la mandorla amara, è lì e fa di tutto per arrivare per ultima affinchè tu senta l’amaro come gusto finale. Bisognerebbe morderle prima tutte a metà e suddividerle per trovare quella cattiva. Certo vedere un pacchetto di mandorle mangiucchiate a metà forse farebbe un pò passare la voglia di mangiarle..

Che poi l’effetto sorpresa sarebbe bello se la sorpresa non fosse amara, no? Riesco a filosofeggiare anche sulle mandorle, ho sicuramente dei problemi mentali interessanti. E me lo dico da sola. ;/ La consapevolezza è tutto 😉

Comunque è primavera, ogni tanto piove, ma è comunque primavera.

3573_10151471154249164_433907808_n

Questi sono i miei piedi.

Read more

[ImprobableIsMe] T-rex e disagi della vita sociale

Lunedì. Un lunedì che un pò mercoledì. Anche se dopo un giovedì che sarà un pò domenica ci sarà un venerdì che sarà un pò un altro lunedì, ma anche un venerdì-venerdì. Niente ponte ma potrebbe andare peggio. Potrebbe grandinare. Ok basta. E’ il delirio del lunedì.

Ho appurato ieri che al Gardathermae, dove ho portato la mia amica A., si può stare negli idromassaggi della piscina esterna riscaldata anche se piove. Anzi quel contrasto pioggia fredda / piscina calda non è niente male. Ho anche provato il cibo vegano del ristorantino lì vicino. Ero prevenuta lo ammetto. Io sono una da carne. Ma devo obiettivamente dichiarare che c’erano delle cose piuttosto buone per un pasto veloce.

In questi giorni mi piacciono le vignette sui Tirannosauri. Da bambina andavo matta, matta, per Jurassic Park (anche adesso in verità..anzi quasi quasi una di queste sere mi chiudo in casa e me lo riguardo!).

525418_512105438825463_1593717850_n

Comunque queste vignette prendono in giro i cari T-rex mostrandoli teneri e un pò sfortunati, ironizzando su come sarebbe difficile per loro la vita sociale se vivessero nella nostra epoca e con le nostre modalità. Il tutto a causa delle loro braccia corte.. Read more

[ImprobableIsMe] Il segno del cuscino sulla faccia

L’ho già detto vero che alzarsi per “lavorare” la domenica mattina dovrebbe essere illegale? Ma l’ho fatto anche stamattina. Con la pioggia. In fondo è stata una cosa breve e indolore. Me ne sono uscita silenziosa abbandonando la mia amica che ancora dormiva. Ho messo Alanis Morissette a palla in macchina cantando finchè non sono arrivata. E’ sempre terapeutico cantare. Anche per il sonno mattutino. Sono arrivata in ufficio con ancora il segno del cuscino sulla faccia e un pallore spettrale (me l’ha fatto notare molto onestamente un collega). Con la “vecchiaia” sto imparando a godermi la domenica mattina nel letto fino a tardi, sveglia magari, ma a non fare nulla, al massimo a fantasticare, che mi è sempre riuscito benissimo.

Ieri gita turistica a Riva del Garda con la mia amica A. sotto una pioggia che non faceva che andare e venire senza sosta. Per qualche ragione le spiagge continuano a rimanere belle anche sotto la pioggia. Read more

[ImprobableIsMe] Progetto muoversi

Ieri era una di quelle giornate in cui sono uscita a mio rischio e pericolo. Una giornata un pò sfigata. Una giornata no. Una di quelle conclusasi con il vento che spezza il mio ombrello lasciandomi sotto la pioggia torrenziale. hahah Quasi ridicola. Ma era ieri.

Oggi mi sono svegliata con una voglia incredibile di progettare. Fare programmi, progetti. Ho voglia in particolare di muovermi un pò.

Ho voglia di giornate e weekend in giro in posti a caso, non importa il dove, quanto l’andare. Che sono irrequieta si era capito credo. Ora ne ho ancora più motivo. E poi, devo ammetterlo, se sto troppo ferma in un posto soffro. Fisicamente. Mi innervosisco. E non è che devo per forza andare lontano, basta poco, ma devo andare. 🙂

Non so se riuscirò mai a mettere delle vere e proprie “radici” stabili, un pò lo vorrei ma non so se fa per me. Riflettendo, negli ultimi dieci anni, credo di non essere mai stata più di tre settimane, facciamo un mese per stare larghi, nella stessa città e nemmeno provincia. Dovrei sedarmi? Secondo alcuni non sarò mai soddisfatta davvero da nessuna parte (può essere). Secondo altri prima o poi smetterò di essere irrequieta per principio (ed è un bene o un male?).

Ma staremo a vedere. Read more

Il tempo dei Tacchi

Credo ci sia un tempo per tutto.
Anche un tempo per i Tacchi. Sì i tacchi.
Obiettivamente sono fichissimi e fanno sentire divinamente. (Finchè non ci cammini un pò.. ;))

Vista da due città diverse sembro possedere una doppia indole.
A Riva del Garda sembro una che mette tacchi a sproposito (Situazione A).
A Bologna, e sopratutto per qualcuno ;P, sembro una che non li mette quasi mai (Situazione B).
Read more