Navigate / search

Io e la carbonara. Don’t try it at home

Quello che vi racconterò è un evento tragico, soprattutto per la presina formato mano della mia cucina.

Bambini (e donne), non provate a fare nulla di tutto ciò a casa. E’ pericoloso. Io l’ho detto.

1d704feabcfb308a55f16ae2da2d2ad9

Per qualche ragione ancora inspiegabile per l’universo ieri ho provato a cucinare il pranzo. Qualcosa mi dice che non riaccadrà. E anche Qualcuno me lo dice.
Ho deciso di cimentarmi mio malgrado in un classico della cucina, la carbonara.
Non fatelo. Ripeto, non fatelo. Io ho rischiato la vita. Read more

[ImprobableIsMe] Ho fatto una cosa orribile. E il mondo finirà.

Ieri ho fatto una cosa orribile. E il mondo finirà.

Talmente brutta che avrò sensi di colpa per i giorni a venire.

Sensi di  colpa contro la me che non fa quella cosa per niente al mondo, a parte rarissime eccezioni, praticamente dal 2003. Dieci anni suonati. Praticamente tutta la mia vita adulta.

Sensi di colpa contro il mio spirito anti-casalinga. Perché ho fatto una cosa orrenda, ho stirato. S T I R A T O. Avete capito bene.

Amazing-Scenery-Creation-Ironing-the-Giraffes-Skin-L

Il fatto è che ho dovuto fare un più o meno cambio di stagione nel mio armadio. Per me il cambio di stagione consiste semplicemente nel sostituire i sandali con gli stivali (e non vi dico cosa ho trovato sotto al letto – sede di sandali e stivali) e nell’estrarre maglioni di lana e cappotti. Tutto il resto rimane dov’è, quindi semplicemente la roba triplica. Read more

[ImprobableIsMe] Donne, imparate dal merluzzo

La tecnica del merluzzo sta funzionando alla perfezione.

Per maggiori informazioni su questa sottile e precisa tecnica vi rimando al post dedicato: “Il trucco del merluzzo“.

codfish

Ieri sera, dopo aver proposto hamburger e wurstel trentini fatti da me (e si sprecano le leggende sui miei hamburger bolliti .. le mie amiche lo sanno bene) ho vinto non-so-nemmeno-bene-perchè-ma-non-importa una cenetta casalinga con i fiocchi. Ma davvero, davvero coi fiocchi. Read more

[ImprobableIsMe] Il trucco del merluzzo

Qualcuno mi ha detto che ho fatto un merluzzo che somigliava tanto ad una suola di scarpe. Hahhaha.

Dopo aver riso mezzora ho ammesso candidamente che, in effetti, era un tantino insapore e un tantino rigido. Ma io, come le mie amiche ben sanno, mangio cose anche più incommestibili.

Per fortuna, sempre qualcuno, aveva portato anche un succulento trancio di salmone. 😉

free-ecards-Tongue_&_Cheek_(Our_Fav.)-Fish_Questions-1935

Tuttavia vi informo che è tutto un trucco, in verità sono la chef degli chef. 😀  No dai, non vero. Read more

[ImprobableIsMe] Mattina libera = Salame al cioccolato

Stamattina mi sono svegliata presto e ho deciso di far fruttare la mattinata libera fino alle 12.00, quindi sono uscita a fare la spesa per “produrre“.

C’era una cosa che facevo sempre da bambina con mio fratello quando avevamo voglia di dolci e volevamo fare una cosa alla nostra portata: il salame al cioccolato.

unnamed (1)

So che dico sempre che sono la peggio cuoca del pianeta (e lo sono probabilmente ;P) ma questo, a meno che non subisca mutazioni nel frigo nelle prossime ore, pare mi sia riuscito davvero bene! Read more

[ImprobableIsMe] Organizzare una cena

Organizzare una cena a casa mia mi ha fatto capire che non sono assolutamente preparata per una cosa del genere. Cioè, ok pizza e cibo a domicilio (che non so se valgono davvero come “invito a cena”), ok fino a 2/3 invitati, dopodichè sono impreparata. Pensantemente.

IMG_20131025_170214

Ho scoperto che:

– organizzare una cena a casa propria (e intendo cena con cibo vero, piatti e tutto il resto) non è una cosa scontata. Grazie a Read more

[ImprobableIsMe] Una montagna di Macarons

Io sono una pessima cuoca. O forse sono solo una cuoca svogliata. Il fatto è che, quando cucino per me soltanto, cerco di fare cose semplici e veloci, senza troppe pretese. Ma, quando devo cucinare per qualcun altro, mi viene una sorta di “ansia da prestazione” che mi porta quasi sempre a fare le cose con qualche imperfezione. Uffa. Credo che il saper cucinare sia un dono. Che non ho purtroppo. Magari prima o poi mi verrà la voglia di impegnarmici ma per ora, sfortunatamente, non è ancora accaduto. Attendo fiduciosa. 😉

1378009_10151799802669164_440413482_n

Tuttavia stasera mi aspetta una cenetta speciale che si svolgerà a casa mia (argh). Quindi sono due giorni che faccio pulizie.

Per fortuna gli invitati sanno bene delle mie scarse doti culinarie e, temendo di morire avvelenati, hanno deciso di portare tutti qualcosa. A me spettano invece gli stuzzichini da aperitivo e, udite udite, il dolce. Per i primi risolverò facile ma, per quanto riguarda il dolce, l’opzione è caduta sui Macarons. Read more

[ImprobableIsMe] Correre sotto la Pioggia

Sì lo so. Oggi sono decisamente in ritardo per il post del giorno. Ma ho delle ottime scuse.

Ho aperto gli occhi alle 8:00 e fuori una bellissima pioggia batteva sul tetto della mia mansarda. Mi piace il rumore della pioggia, in particolare quando posso rimanere sotto le coperte a fantasticare e magari a fare qualche sogno breve. Ma stamattina dovevo lavorare quindi sono uscita e fino alle 14 non sono tornata a casa. La mattinata è andata bene ma alzarsi la domenica mattina è innaturale. E io sono una mattutina (ero?). Il sabato, quando sono da sola, mi viene naturale alzarmi presto per fare qualcosa di produttivo. Ma la domenica sono programmata per dividermi tra il mio amico letto e il mio meno amico divano.  Il divano so che mi vuole meno bene perché lo riempio sempre di briciole mangiandoci sopra. Ebbene sì. Ho questo divano da circa 10 mesi e, in tutto, avrò mangiato a tavola circa 6-7 volte. Ciò implica che tutte le altre ho mangiato fuori casa o sul divano.

Non sono quella che si direbbe un’ottima donnina di casa. Anzi. Il mio piatto forte è il salmone in scatola. O gli hamburger bolliti, come direbbe la mia amica M.  E’ che quando cucino solo per me non mi viene alcuno stimolo a produrre del cibo degno di questo nome. Più che altro punto a nutrirmi e a tenermi in vita. E ciò tramite gli alimenti possibilmente al loro stato naturale (perché non ho voglia di dover pulire troppe padelle :P) Quando voglio viziarmi faccio una torta. Di quelle semplici però, con le uova e la farina vere, ma di quelle normali con al massimo le gocce di cioccolato. Ma, ora che sto crescendo, cercherò di impegnarmi nel tentativo di “cucinare”. Lo metto tra virgolette per non esagerare. 😉 Read more