Navigate / search

Improbable is me- Sono Viva. La mia prima mezza maratona.

Sono viva.

Prima di tutto ci tengo a dirvi che sono viva, il che non era del tutto scontato.
Secondo di tutto vi informo che, non solo sono viva, ma mi sono “classificata” alla mia prima mezza maratona. Cioè, per dire, ho una medaglia e un tempo dignitosissimo per essere la mia prima volta.
Mi sono classificata nel senso che sono nella classifica, in fondo ovviamente, in fondissimo eh, ma ci sono. Sono riuscita a finire i 21,097 Km, in meno di 2 ore e mezza di corsa, e più precisamente in 2 ore e 19 minuti circa, o poco meno (allego immagine perché non ci credo nemmeno io).
runtuneupww1
E non sono nemmeno l’ultima degli ultimi classificati, sono (SOLO) la 2306esima, quindi ci sono almeno almeno 400 persone tra me e la fine della classifica, e almeno altre 1000 che non si sono classificate o partecipavano in categorie particolari.
Non sarà certo un risultato da urlo per chi corre seriamente ma per me, che di serio ho ben poco, è stato un pò come vincere alle olimpiadi (nella categoria bionde ovviamente).

Read more

[ImprobableIsMe] Si vede che avevo voglia di fare un tuffo

Rido da ieri sera e mi sono svegliata ridendo. Di me.

Ieri sera sono andata a fare la mia tipica corsetta a S. Luca.

Al ritorno, scendendo le scale del portico di corsa, complice il sole ormai calato da ore e la lampadina di quel pezzo di portico non funzionante, ho deciso di fare un tuffo.

frank-shorter-frank-shorter-because-running-fast-is-more-fun-than

Stavo correndo probabilmente troppo veloce e mi sentivo fichissima e, come ogni qual volta passeggio in centro, mi sento fichissima e quindi mi inciampo, anche in questo caso la mia punta del piede ha incontrato un minuscolo ostacolo che mi ha fatto prendere il volo in discesa tipo Superman. Read more

[ImprobableIsMe] Correndo in pigiama verso sogni strani

Ho fatto un sogno strano.

Mi sono svegliata arrabbiata e agitata, una sensazione strana.

Era il mio compleanno, c’erano i miei amici, la mia famiglia e quasi tutti quelli che per me contano molto. Ricevevo un regalo da tutti loro,  un pacco gigante che scartavo un pò perplessa.

hugo_fatherspot_hd

Al suo interno, una sorta di robot anni 80, un’automa brutto alto come un mezzuomo. Mi spiegavano che non faceva nulla e che era semplicemente una sorta di lampada. Read more

[ImprobableIsMe] Start. Di nuovo.

Oggi si ricomincia! Di nuovo al lavoro. E, per qualche ragione, ne sono entusiasta. 😉

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il mio appartamento bolognese è davvero a buon punto (abbiamo persino due quadri! – e dovreste vedere come ho sistemato i vestiti nell’armadio) e non vedo l’ora di mostrarlo a tutti. Cene su cene. Auto-invitatevi pure, basta che portiate del cibo. 😛

Ah, per non faticare troppo, Read more

[ImprobableIsMe] Quindi 2014?

Quindi, quindi, quindi. Mi sa che devo, come consuetudine vuole, fare al pianeta gli auguri di buon anno. Quindi auguri. Vabbè.

image

Il mio capodanno (quello qui sopra è il mio Salone e ho preparato io la tavolaa) ha visto festeggiamenti casalinghi, con pochi amici, nel mio nuovo appartamento bolognese con tanto di recupero all’ultimo minuto di una scrivania/tavolo e di qualche sedia di fortuna. L’ 1 Gennaio invece ho deciso di partire subito con un’ottima abitudine e, appena sveglia, mi sono fiondata a fare una corsetta verso SanLuca 😉
Per il resto

Read more

[ImprobableIsMe] Testardaggine da borsettate

Ieri mi sono svegliata con un pò di raffreddore. Ecco credo sia questo ciò che significa ” non avere più 20 anni“. Giovedì sera ho voluto a tutti i costi andare a correre sotto la pioggia ed ecco il risultato. Sì in effetti correre proprio quando stava per iniziare a diluviare, senza una giacca antipioggia e quando fuori tirava un bel vento, magari non era l’idea migliore che avessi avuto. Tuttavia tutto è un’ottima idea mentre lo stai facendo. E correre sotto la pioggia è fico. Con la gente che passa con mille ombrelli coperta fino alle orecchie guardandoti in modo strano, mentre tu in maniche corte corri mentre canti, bevi pioggia e praticamente non ci vedi perchè la pioggia ti piange negli occhi. Una sensazione fichissima.

images

Ma torniamo alla realtà. Ho quasi 29 anni e tutta questa vitalità mi ha regalato un raffreddore heh. 😉

Sono testarda. Read more

[ImprobableIsMe] Vermi solitari

Ho mangiato talmente tanta focaccia ligure ieri che credo che ora nelle vene non mi scorra sangue bensì olio d’oliva.
Dalla mia parte ho la fortuna di essere nata secca e di avere un metabolismo molto buono per il quale devo ringraziare i geni di mamma e papà.

94_141

E so di poter risultare abbastanza odiabile come essere umano di sesso femminile per questo. ;P  Poi dalla mia parte ho sicuramente il fatto che mi piaccia tutto, verdure apparentemente tristi incluse. Inoltre quando sono a casa faccio del mio meglio per mangiare più sano possibile e per andare a correre o simili con regolarità (dicesi lieve ansia da invecchiamento). Dato che ho avuto la fortuna di avere una buona forma di base, mi sembra il minimo fare il possibile per mantenerla tale più a lungo possibile. Se tutto ciò non bastasse sono un tantino una pessima nonché pigra cuoca, il che aiuta forse più di tutto a rimanere in forma Read more

[ImprobableIsMe] Regole e Volontà

Ci tengo innanzitutto ad informarvi che ieri in pausa pranzo ho pulito/riordinato. Seppur sommariamente l’ho fatto. Il che vuole dire che dichiararlo pubblicamente mi “autocostringe” in qualche modo poi a sistemare. Ottimo a sapersi. Riutilizzerò questa tecnica.

Sono un tantino stanca, il lavoro, per fortuna e sfortuna, in questo periodo è piuttosto intenso e ho poco tempo da dedicare a ciò che è “altro”. Incluso lo scrivere. Ma mi autoimpongo di scrivere ogni giorno (a parte rarissime eccezioni) e lo faccio. Sono bravissima a darmi delle regole e a rispettarle. In verità è una cosa che mi piace molto. Mi fa sentire soddisfatta, “potente” in qualche modo. 🙂

2010-05-05-beartato-willpower

Se mi dico “questa settimana andrai a correre almeno lunedì e giovedì”, lo faccio, semplicemente. Se mi dico “scriverai qualcosa tutti i giorni” lo faccio, e basta. Read more

[ImprobableIsMe] Correre sotto la Pioggia

Sì lo so. Oggi sono decisamente in ritardo per il post del giorno. Ma ho delle ottime scuse.

Ho aperto gli occhi alle 8:00 e fuori una bellissima pioggia batteva sul tetto della mia mansarda. Mi piace il rumore della pioggia, in particolare quando posso rimanere sotto le coperte a fantasticare e magari a fare qualche sogno breve. Ma stamattina dovevo lavorare quindi sono uscita e fino alle 14 non sono tornata a casa. La mattinata è andata bene ma alzarsi la domenica mattina è innaturale. E io sono una mattutina (ero?). Il sabato, quando sono da sola, mi viene naturale alzarmi presto per fare qualcosa di produttivo. Ma la domenica sono programmata per dividermi tra il mio amico letto e il mio meno amico divano.  Il divano so che mi vuole meno bene perché lo riempio sempre di briciole mangiandoci sopra. Ebbene sì. Ho questo divano da circa 10 mesi e, in tutto, avrò mangiato a tavola circa 6-7 volte. Ciò implica che tutte le altre ho mangiato fuori casa o sul divano.

Non sono quella che si direbbe un’ottima donnina di casa. Anzi. Il mio piatto forte è il salmone in scatola. O gli hamburger bolliti, come direbbe la mia amica M.  E’ che quando cucino solo per me non mi viene alcuno stimolo a produrre del cibo degno di questo nome. Più che altro punto a nutrirmi e a tenermi in vita. E ciò tramite gli alimenti possibilmente al loro stato naturale (perché non ho voglia di dover pulire troppe padelle :P) Quando voglio viziarmi faccio una torta. Di quelle semplici però, con le uova e la farina vere, ma di quelle normali con al massimo le gocce di cioccolato. Ma, ora che sto crescendo, cercherò di impegnarmi nel tentativo di “cucinare”. Lo metto tra virgolette per non esagerare. 😉 Read more

[ImprobableIsMe] Il Piacere del Perdersi camminando

Credo potrei camminare per ore e ore senza rendermi conto di farlo.

Ho la gamba veloce a quanto pare e, solitamente, le persone con le quali cammino ad un certo punto mi prendono per un braccio per riferirmi che sto “correndo”.  Capita tipo sempre.

US_Walk_Traffic_Signal

Ma io non me ne rendo conto. Cammino lentamente solo quando non ho una meta oppure quando devo pensare e ripensare e ripensare. E in quest ultimo caso tendo a non guardare davanti a me. Anzi, fisso solamente in miei piedi tanto che mi capita di sbattere contro qualche altro distratto passante.

Read more