Navigate / search

[ImprobableIsMe] Chaplin sotto le stelle. Cinema in Piazza.

Che c’è di più bello di un bel film guardato sotto le stelle di un piazza che è splendida, mentre un pò di arietta fresca ti sposta leggermente i capelli?

10488294_10152304791219164_8996664507446740138_n

Per quanto riguarda l’arietta fresca che ti sposta leggermente i capelli, ahimè devo fare una rettifica. Ho avuto uno dei primi sintomi dei Trentenni. Paura vera.

Read more

[ImprobableIsMe] Romeo non era fortunato

Romeo e Giulietta si innamorano in cinque minuti netti, si dichiarano amore eterno dopo poche ore, concordano le nozze la sera del loro primo incontro, il giorno seguente si sposano e nel giro di pochissimo sappiamo bene come giungano alla loro infelice fine.

Già qui qualcosa “tocca”. Un tantino irreale che dite? Eppure da bambina credevo fosse tutto quello che si poteva desiderare, una storia fica come quella intendo. Ora mi rendo conto di quel “tantino di follia” che la caratterizza. hahah ;/ Sì, ero una ragazzina un pò strana, alla quale il lieto fine non piaceva granchè. Mi piacevano le cose complicate e un pò tragiche.

romeo-juliet1

Mi sono innamorata di Romeo e Giulietta e di Shakespeare da bambina, quando per un natale ricevetti in regalo un volume marrone con piccole strisce dorate (che voleva ricordare, a fatica ora devo ammettere, un libro antico) con le tragedie shakespeariane. Quel regalo mi piacque moltissimo. Ovviamente poi
Read more

[ImprobableIsMe] Parole a caso

A volte formulo dei pensieri che il senso compiuto non sanno bene cosa sia.

Bla_Bla_Bla

La maggior parte di questi post vengono scritti la mattina presto prima o durante la colazione oppure la sera tardi prima di infilarmi nel letto quindi, a cervello non propriamente lucidissimo, pertanto mi scuso per gli ovvi errori provocati dalla battitura super-veloce. Fortunatamente ho degli amici che mi correggono. Ma sentitevi tutti liberi di correggermi. Anzi, apprezzo molto.

Avete mai, a periodi, delle parole che dite troppo spesso?

Io di brutto. Read more

[ImprobableIsMe] Quella telefonata

Great Gatsby. Visto. Ieri sera.

Bello. Bello. E bello. Ho dovuto contenere delle quasi lacrime in tre/quattro istanti. E di brutto alla fine. 😉

Le feste. Da paura le scene delle feste.

Peccato per qualche piccola espressione che tradotta in italiano perde un po’. Sicuramente in lingua originale guadagna mille punti in più.

Magari uno di questi giorni mi metterò a scrivere una bella recensione.

il_grande_gatsby-mostra-4

Ma oggi la mia domanda è la seguente. E’ normale che, per quante volte abbia letto il libro, visto i film, etc, io continui a sperare che nella storia succedano cose che non succedono? Immagino di sì.

Quindi perché, PERCHE’, Daisy non fa quella maledetta telefonata? Read more

[ImprobableIsMe] Dress up like the Roaring Twenties

Bene. Ve lo anticipo. Questa settimana sarò ossessionata da Gatsby quindi per qualche giorno attendetevi molti post dedicati.

Quello di oggi è dedicato agli abiti, quei bellissimi abiti che hanno fatto brillare gli anni’20. Luhrman ha collaborato con Miuccia Prada per realizzare gli abiti dei personaggi. Fate voi.

pradagatsbysketch

Quindi ecco alcuni bozzetti di Prada e alcuni abiti poi in scena. Read more

[ImprobableIsMe] I want Gatsby

Penso che ormai si sia capito, ma aspetto con un’ansia incredibile che esca “The Great Gatsby“, il film di Baz Luhrmann.  Mi sono innamorata di Jay Gatsby e del libro circa 5 anni fa quando me l’ha fatto conoscere un amico. Andavo già matta per F.S. Fitzgerald e questo libro ha dato il colpo di grazia. Non per niente ora sto proprio leggendo una sua raccolta di racconti, intitolata “Il tuo carattere e il mio..”.

Comunque. La questione qui è che questo film unirà: F.S. Fitzgerald + Baz Luhrman + Di Caprio (Lo so, sono un’adolescente mai cresciuta. Lui mi piacerà sempre e da morire). Non so se onestamente potrei chiedere di più. Forse essere io Daisy? Maybe. 😉

the-great-gatsby-by-baz-luhrman

Il film è piuttosto in ritardo rispetto alla data di uscita prevista un tempo, tipo un anno in ritardo. Ma finalmente è qui. Read more

[ImprobableIsMe] Ho visto troppi film? Festa del Cinema

Sicuramente sono una persona che guarda troppi film. Il che potrebbe aver condizionato le mie aspettative di vita, in positivo e in negativo ;P

E anche i miei sogni senza dubbio, dato che sogno come nemmeno un bambino di 5anni con 40 di febbre che ha appena visto una maratona di “Atto di Forza”, “2012” e “Non aprite quella porta”. Ah no beh. Aggiungiamo “The Ring”. Da quel lontano 2002 ho dovuto togliere qualunque sedia dalla mia camera da letto per poter dormire.

Ma non è questo il punto.

Colgo l’occasione per informarvi, anche qui, che da ieri siamo in “Festa del Cinema“. Il che vuole dire che, fino a giovedì 16 maggio, sarà possibile andare al cinema a un prezzo scontato. Ovvero 3€ per le pellicole normali e 5e per quelle in 3D.

cc2

I cinema coinvolti in questo progetto sono: tutti i cinema italiani! Read more

[ImprobableIsMe] La mancanza di Anna

Ieri sera ho visto Anna Karenina, il film di Joe Wright tratto dal solito romanzo di Tolstoj. Il fil però non era solito per niente. Premetto che amo i film in costume e apprezzo Keira Knightley più o meno in ogni salsa.

So che dicendo Anna Karenina non si può che pensare a una storia di una certa pesantezza con annesso tragico finale. Tutto apparentemente fuorché leggero. Ma questo film ha un montaggio particolare e molto bello, il passaggio da una scena all’altra avviene in modo a volte a fluido a volte improvviso. E tutto funziona come se fosse un unico ballo, un valzer (bellissima la musica composta da Dario Marianelli) che accompagna nella storia e nella mente di Anna.

Anna Karenina_-

L’ambientazione e la scenografia sono splendide, teatro e cinema che si fondono insieme. La storia si svolge sul palco, in platea, sopra al palco ma anche dietro allo stesso. I costumi sono ovviamente da paura. E la pazza, triste e splendida Anna si toglie la vita con addosso un bellissimo abito bordeaux, rosso scuro, come le gocce di sangue sul suo viso.

Comunque ciò che più caratterizza Anna è la mancanza di qualcosa. Read more

[ImprobableIsMe] The Perks of Being a Wallflower

Ho visto un bel film qualche giorno fa, uscito da circa due settimane al cinema. “The Perks of Being a Wallflower“, regia di Stephen Chbosky . “Noi siamo infinitonella versione italiana (versione italiana del titolo meno terrificante del solito), che poi è la traduzione del sottotitolo della versione in lingua originale.

the-perks-of-being-a-wallflower

Anche se The Perks of Being a Wallflower era troppo più poetico e “delicato” come lo sono i personaggi del film, fragili, incostanti e insicuri adolescenti..

Il film è tratto dall’omonimo libro, che non ho avuto il piacere di leggere, scritto dal regista e che in italiano si intitola “Ragazzo da parete“.

Trovo “Wallflower” un’espressione bellissima. Letteralmente indica un fiore selvatico che cresce tra e nei muri, quasi nascondendosi. E, in senso figurato, si riferisce a una persona timida..  come me. Read more

[ImprobableIsMe] Upside Down. Aaaaa

Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Finalmente oggi sono “in forma”, anzì più “in forma”. Ero un pò “sottosopra” recentemente. Non mi piace non essere “in forma“. 😉

E non è solo il venerdì. E’ l’oggi. 🙂

 

Argomento del giorno: Imagine two planets..

Sta girando ossessivamente da un pò il trailer di “Upside Down” e mi ispira un sacco.

La trama è la seguente: è la storia di due pianeti che vivono l’uno accanto all’altro e che sono resi unici da una doppia gravità.

Regole generali:

– La materia è attratta al centro di ogni pianeta dal quale proviene;

– La materia di un pianeta può essere “bilanciata” con quella del mondo opposto;

– La materia brucia dopo un pò che è a contatto con quella dell’altro pianeta. Read more