Navigate / search

Io e la carbonara. Don’t try it at home

Quello che vi racconterò è un evento tragico, soprattutto per la presina formato mano della mia cucina.

Bambini (e donne), non provate a fare nulla di tutto ciò a casa. E’ pericoloso. Io l’ho detto.

1d704feabcfb308a55f16ae2da2d2ad9

Per qualche ragione ancora inspiegabile per l’universo ieri ho provato a cucinare il pranzo. Qualcosa mi dice che non riaccadrà. E anche Qualcuno me lo dice.
Ho deciso di cimentarmi mio malgrado in un classico della cucina, la carbonara.
Non fatelo. Ripeto, non fatelo. Io ho rischiato la vita.
Questa non è una ricetta (per fortuna), ma questo è ciò che ho fatto.

In ordine.

Ho fatto rosolare la pancetta e fin qui tutto bene.

Ho buttato la pasta nell’acqua (magari ho un tantino dimenticato di mettere sale) e fin qui tutto bene.

Nel frattempo ho sbattuto le uova con pepe, sale e peperoncino e fin qui tutto bene.

A questo punto il dramma. Ho deciso di assaggiare la pasta per vedere lo stato della cottura. Il tutto tenendo un lato della pentola con una presina a forma di mano. Non mi spiegavo per quale ragione sentissi un lieve odore di bruciato, quindi ho continuato nelle mie azioni volte a valutare lo stato di cottura di uno spaghetto. Almeno finché non ho sentito caldo alle dita, lì ho cominciato a capire.

Fiamme provenivano dalla presina in prossimità delle mie dita. Fiamme. Fuoco a volontà. Panico.
Ho lanciato gli spaghetti e la presina nel lavandino. Per miracolo non mi sono lanciata la padella addosso. Ma la mia vita era salva.
Nel delirio del momento ho ripescato uno spaghetto per assaggiarlo, comprendendo che la pasta era ormai scotta e che mi ero dimenticata il sale.

Quindi, in meno di un nanosecondo, l’ho scolata, salata (non chiedetemi come) e ci ho buttato subito l’uovo crudo condito, pensando che fosse la cosa giusta da fare. Peccato che non avevo abbassato la fiamma, quindi l’uovo si è fritto all’istante, effetto riso cantonese.
Ho quindi aggiunto la pancetta, ma ormai era troppo tardi.
Ho impiattato e per nascondere il tutto ho ricoperto la sostanza collosa, detta anche pasta, con circa 15 etti di formaggio grana finto, di quello che si chiama qualcosa tipo mix formaggi grattuggiati supercheap e ignoti.
Vi lascio immaginare il risultato.
Credo che Qualcuno non mi lascerà cucinare mai più (non che la cosa mi dispiaccia poi molto).

Donne, mi raccomando, non provateci a casa, cucinare è pericoloso.
La mia presina annerita è ancora lì che mi guarda, ormai senza vita, di fianco al lavandino.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website